La Fondazione

Istituita quasi sessant’anni fa da Don Carlo Gnocchi, oggi Beato, per assicurare cura, riabilitazione e integrazione sociale ai mutilatini, la Fondazione Don Gnocchi ha progressivamente ampliato nel tempo il proprio raggio d’azione e la propria attività, continuando a rispondere – anche con soluzioni innovative e sperimentali, integrando efficienza e solidarietà – ai bisogni emergenti delle persone più fragili.

Riconosciuta Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, segnatamente per i Centri di Milano e Firenze, oggi la Fondazione Don Gnocchi conta oltre 5000 operatori. L’attività si articola in ambito sanitario-riabilitativo, socioassistenziale e socio-educativo nonché nell’ambito della ricerca scientifica (in campo biomedico, biotecnologico e di sperimentazione clinica) e di formazione ai più diversi livelli.

La Fondazione ha esteso il proprio campo di intervento oltre i confini nazionali; è stata infatti riconosciuta Organizzazione Non Governativa (ONG) dal marzo 2001.

Nello sforzo di rendere un effettivo servizio alle persone, la Fondazione ha perfezionato processi metodologici che permettono l’osservazione dei bisogni emergenti, fornendo, conseguentemente, risposte efficaci tese a recuperare ed intensificare tutte le residue potenzialità di vita in chi è reso fragile dalla malattia e affetto da disabilità.

Le prestazioni sono erogate in regime di accreditamento con il Servizio Sanitario nazionale (SSN) in 28 Centri, distribuiti in 8 Poli Territoriali in 9 Regioni, con 3.648 posti letto di degenza piena e day-hospital. Ogni giorno in media accedono alle strutture della Fondazione Don Gnocchi quasi diecimila persone.