Domande Frequenti

  • Qual è il grado di parentela fino al quale i familiari potrebbero ereditare i miei beni?
    La legge, in mancanza di testamento, riconosce diritti di successione al coniuge, ai figli e, in mancanza di questi, ai parenti (fratelli, sorelle e cugini) del testatore entro il sesto grado (eredi legittimi).

  • E se non vi sono assolutamente parenti?
    La legge stabilisce che in assenza di parenti (sempre entro il sesto grado) l’intero patrimonio venga attribuito allo Stato.

  • Perché fare testamento se il coniuge eredita automaticamente ogni bene?
    Perché al coniuge per legge è destinata solo una quota del patrimonio ed il testatore è comunque libero di destinare a chi desidera la parte restante (quota disponibile) avendo cura di non ledere eventuali altri parenti “legittimari”.

  • È possibile dare testimonianza di sensibilità e di impegno solidale lasciando un particolare contributo?
    È possibile effettuare un lascito o una donazione ad un ente morale o a una Fondazione senza scopo di lucro per garantire un aiuto concreto a un ente che possa utilizzarlo per consistenti e urgenti bisogni.

  • Quali imposte è necessario pagare?
    La Fondazione Don Gnocchi è Ente Morale riconosciuto con DPR n. 346 dell’11 febbraio 1952, oltre che una ONLUS riconosciuta in base al D.lgs n. 460 del 4/12/1997. Per questo motivo, qualora un contributo fosse devoluto alla Fondazione Don Gnocchi, non sarebbe gravato da nessuna tassa di successione e donazione.