Come fare Testamento

Per poter redigere il testamento nella forma migliore e più chiara possibile, è utile preparare un elenco dettagliato delle informazioni necessarie al notaio per la compilazione dell’atto.

  • Chi: il primo elenco da preparare è quello dei parenti, degli amici e delle persone alle quali si intendono destinare proprietà e beni. È utile anche avere un elenco con gli indirizzi esatti delle Istituzioni alle quali si desidera lasciare qualche bene. In presenza di “legittimari” (coniuge, figli, ascendenti) è opportuno, in caso di dubbio, rivolgersi ad un notaio per chiarimenti e conferme, al fine di evitare possibili lesioni di quote di “legittima”.
    Il notaio è sempre il professionista più qualificato in materia.
  • Cosa: il secondo elenco da preparare è quello delle proprietà e dei beni. Occorre ricordare anche gli immobili e/o appartamenti, terreni, autoveicoli, mobili, gioielli, denaro liquido, conti bancari, titoli, azioni, pensioni, polizze, ecc. È importante elencare anche gli eventuali debiti ancora in corso: mutui, prestiti bancari, pendenze fiscali, tasse ecc.
  • Data e Firma: sono due elementi indispensabili senza i quali il testamento non è valido.
  • Modifiche: è importante sapere che è possibile modificare in qualsiasi momento le clausole del testamento. Questa possibilità è permessa perché nel corso degli anni possono accadere avvenimenti che portano a modificare le disposizioni testamentarie precedentemente stabilite.

Attenzione
Qualora tu abbia già redatto il tuo testamento, ricorda che puoi ancora includere la Fondazione Don Gnocchi tra i beneficiari. È possibile infatti inserire una piccola modifica che specifichi il nome della Fondazione Don Gnocchi e la donazione.
Qualora tu decida per un lascito alla Fondazione Don Gnocchi, ci contatti sulla nostra pagina dedicata.
Potremo così ringraziarti personalmente ed offrirti il supporto del nostro Servizio Legale, orientarti verso particolari progetti e aiutarti per ogni tua esigenza.